Le frasi più belle e famose di William Shakespeare

Tratto da: ROMEO E GIULIETTA

  • «Quando non sarai più parte di me ritaglierò dal tuo ricordo tante piccole stelle, allora il cielo sarà così bello che tutto il mondo si innamorerà della notte».
  • «Ama, ama follemente, ama più che puoi e se ti dicono che è peccato ama il tuo peccato e sarai innocente».
  • «L’amore è una tenera cosa? È troppo rude, troppo brutale, troppo aspro e punge come una spina».
  • «L’amore è vaporosa nebbiolina formata dai sospiri; se si dissolve, è fuoco che sfavilla scintillando negli occhi degli amanti; s’è ostacolato, è un mare alimentato dalle lacrime degli stessi amanti. Che altro è esso? Una follia segreta, fiele che strangola e dolcezza che sana».

Tratto da: SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

  • «L’amore guarda non con gli occhi ma con l’anima».
  • «Il pazzo, l’amante e il poeta non sono composti che di fantasia».
  • «Rinuncia al tuo potere di attrarmi ed io rinuncerò alla mia volontà di seguirti».
  • «Amami o odiami, entrambi sono a mio favore. Se mi ami, sarò sempre nel tuo cuore, se mi odi, sarò sempre nella tua mente».

Tratto da: AMLETO

  • «Questa è l’estasi dell’amore».
  • «Potrei essere rinchiuso in un guscio di noce e tuttavia ritenermi Re di uno spazio infinito, se non fosse che faccio brutti sogni».
  • «Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere».
  • «Ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno».

Tratto da: COME VI PIACE

«Se non ricordi che Amore t’abbia mai fatto commettere la più piccola follia, allora non hai amato».

Tratto da: MACBETH

«Date parole al vostro dolore altrimenti il vostro cuore si spezza».

Tratto da: IL MERCANTE DI VENEZIA

«Io considero il mondo per quello che è: un palcoscenico dove ognuno deve recitare la sua parte».

Tratto da: LA TEMPESTA

«Siamo fatti della materia di cui son fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d’un sogno è racchiusa la nostra breve vita».

Tratto da: SONETTO 17

«Se sapessi scrivere la bellezza dei tuoi occhi. E cantare in nuovi metri tutte le tue grazie, il futuro direbbe: questo poeta mente; Mai un volto sulla terra ebbe tratti così celesti».

Tratto da: SONETTO 43

«Tutti i giorni son notti per me, finché io non ti vedo, e giorni luminosi son le notti quando mi appari in sogno».

Tratto da: SONETTO 39

«Sei tu la parte migliore di me stesso, il limpido specchio dei miei occhi, il profondo del cuore, il nutrimento, la fortuna, l’oggetto di ogni mia speranza, il solo cielo della mia terra, il paradiso cui aspiro».

Tratto da: OTELLO

  • «È tutta colpa della luna, quando si avvicina troppo alla terra fa impazzire tutti».
  • «Folle è l’uomo che parla alla luna. Stolto chi non le presta ascolto».

Articolo scritto da: Irene Fiorito Accardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...